Expo 2015 – Non mi ha convinto!

Expo 2015 è stato uno degli argomenti più discussi in Italia probabilmente più per gli scandali che per la bontà dell’intervento proposto. Si è letto di malumori e coinvolgimenti da parte di cariche pubbliche, tangenti, ritardi. Non ho intenzione di scrivere l’articolo improntandolo sulle mie opinioni inerenti a quanto appena citato.

Abbiamo visitato Expo a metà luglio, durante i giorni più caldi dell’anno, per fortuna son state installate moltissime fontane d’acqua potabile freschissima con cui dissetarsi. Non ho scattato molte foto, quelle riportate di seguito son state scattate per documentare un minimo di ciò che ho visto, inserendo la figura umana all’interno degli ambienti, tralasciando volutamente i padiglioni più visitati ed ambiti.

La giornata si è svolta iniziando con qualche piccola disavventura presso la metropolitana, il resto della giornata si è sviluppata in modo piuttosto noioso. Noioso perché ho percepito l'ambiente circostante talmente finto da non suscitarmi la minima emozione. Cibo e spechi alimentari son stati al centro del dibattito durante lo svolgersi di questa manifestazione. Parlando di cibo per rientrare dei costi, il visitatore volendo sperimentare le specialità dei vari padiglioni, trattandosi appunto di assaggi i costi sono veramente proibitivi. Parlando di sprechi avendo il mondo a portata di mano è inevitabile visualizzare nella propria mente le immagini di tutte quelle persone appartenenti a realtà molto povere, che lottano ogni giorno per la propria sopravvivenza. Quelle immagini son giunte a noi grazie alla maestria di grandi fotografi. Alcuni di essi son stati esposti lungo tutta la manifestazione, con opere inerenti alla produttività alimentare, cito Berengo Gardin, Alex Webb, Sebastiao Salgado e Irene Hung.

In pubblicità si dice che per aver successo bisogna far parlare di sé, e come ogni manifestazione ben riuscita Expo ha fatto discutere parecchio. L'enorme successo è dimostrato dai numeri delle numerose visite che ogni giorno varcano i cancelli. Questo dimostra, nonostante tutto, che a differenza mia c'è chi apprezza l'enorme sforzo fatto per rendere questo evento possibile.

Leave a comment